PICCHIANO FAMIGLIA, BABY GANG ALLA SBARRA

9 Ottobre 2020

Pestarono a sangue madre e due figli: quattro giovani si trovano ora alla sbarra con l'accusa di rapina aggravata e lesioni aggravate. Il fatto era accaduto il 16 agosto del 2019. La baby gang imperversava nella zona di Bellaria dove vivono due dei protagonisti, gli altri sono uno residente a Savignano e l'altro Rimini. I quattro giovani, fra i 19 e 21 anni,  si resero protagonisti di una feroce aggressione nei confronti di una famiglia di turisti che era finita all'ospedale. Per gli inquirenti l'obiettivo non era quello di una rapina ma soprattutto l'aggressione, la voglia di menare le mani e fare i gradassi. Ieri mattina si è aperto il processo. La notte del 16 agosto di un anno fa, poco dopo le 3, il branco aveva incontrato la strada di due fratelli, uno dei quali minorenne. Turisti che si trovavano nella zona dell'isola pedonale e stavano tornando a casa dopo una serata trascorsa con gli amici. Poi l'incontro con i quattro. E l'alterco nato da un pretesto: uno del branco ha chiesto loro una sigaretta. Che evidentemente non è bastata. Perché avevano voglia di armare la lite. E allora gli amici in pochi secondi sono passati dalle parole ai fatti. Picchiando i due fratelli, le cui grida erano state udite dalla madre che si trovava in casa a pochi metri dal luogo del pestaggio. Corsa in strada, anche la donna era finita vittima del branco. Che senza farsi troppi scrupoli aveva iniziato a picchiarla con violenza. Dopo l'arrivo delle forze dell'ordine, chiamate dai residenti, gli investigatori non  ci avevano impiegato tanto a risalire ai quattro energumeni che avevano messo le mani addosso ai tre turisti. E ieri mattina sono finiti alla sbarra a Rimini. La donna e i due figli si sono costituiti parte civile.




Vedi tutte le news