VIVEVA TRA GLI ESCREMENTI, DEGRADO IN CENTRO A FORLI'

8 Ottobre 2020



Sorpresa a vivere tra sporcizia ed escrementi insieme al cane: individuata una situazione di

degrado in pieno centro a Forlì. La posizione di una cittadina mercuriale è al vaglio degli

investigatori. In centro storico, su indicazione del comando di Polizia Locale, nei giorni scorsi sono intervenuti gli uomini del nucleo operativo del Corpo della Guardia Zoofila

Ambientale di Forlì. Suonato il campanello, le divise si sono visti aprire la porta

dell'appartamento, collocato in una palazzina, da una giovane forlivese ritrovandosi davanti

ad un pessimo scenario: odori nauseabondi e una stanza ricolma di sporcizia. Con la donna un

quattro zampe, non iscritto all'anagrafe canina e non identificato mediante microchip.

Escrementi ovunque. Ritenendo drammatiche le condizioni igienico-sanitarie, gli agenti


intervenuti hanno provveduto a contestare gli illeciti amministrativi in materia di anagrafe


canina e benessere animale e ad attivare le procedure per la successiva verifica sulla


sicurezza dell'immobile nonché dei requisiti di abitabilità da parte della Polizia Locale. Con

riferimento al benessere animale, le guardie zoofile hanno anche avviato il procedimento per


il ricovero coatto che si concluderà verosimilmente con un provvedimento ordinativo



dell'autorità sanitaria, ovvero del sindaco, finalizzato a mettere in sicurezza l'animale,




destinandolo, con la collaborazione della proprietaria ad un luogo e persona idonea o, diversamente, al ricovero in canile oppure presso altra struttura autorizzata. La posizione


della donna forlivese rimane al vaglio per stabilire se siano stati consumati o meno reati penali.




Vedi tutte le news